cuba: giornalisti italiani verso espulsione e rimpatrio

Roma, 29 set. – ‘Se verra’ confermata la violazione dello status migratorio, la sanzione comminata sara’ espulsione dal paese e rimpatrio’. Lo ha detto a Tgcom24 il viceambasciatore italiano a Cuba Pietro De Martin, a proposito dei quattro giornalisti italiani fermati a Cuba per in possesso di visto turistico e non di lavoro. ‘Attendiamo una decisione nell’arco delle prossime ore, difficilmente credo che si vada oltre’, ha aggiunto il diplomatico, che ha voluto inoltre rassicurare ‘sulla tipologia di procedimento in corso, dato che si e’ parlato di processo, in realta’ e’ un procedimento amministrativo, non giudiziario’. I giornalisti, ha spiegato De Martin, ‘sono entrati con un visto per turismo ma stavano svolgendo attivita’ giornalistica. La competenza e’ dell’ufficio di immigrazione della citta’ di Camaguey che si trova a 600 km da l’Havana. La decisione spetta all’autorita’ migratoria. Considerando le diverse tipologie di visto, le autorita’ migratorie ritengono che ci debba essere una stretta correlazione tra il visto e l’attivita’ effettivamente svolta’. Il viceambasciatore ha ricordato che in passato si sono gia’ verificati episodi analoghi. ‘Come ambasciata noi dal primo momento, non appena abbiamo ricevuto la notizia, ci siamo interessati subito per avere conferma della notizia, corroborata come violazione dello status migratorio. Tendenzialmente, in circostanze come questa, se la contestazione e’ questa, normalmente non ci sono altri tipi di contestazioni’, ha spiegato .